PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

circolo A. Argada – Lamezia Terme

 

NOTA STAMPA

Ci sono volute due interrogazioni del consigliere del Prc Pino Commodori, la prima del 14 set. 2004, e una lettera di sollecitazione per ottenere una risposta in merito alla costruzione dell’impianto sportivo polifunzionale ubicato in località stretto di Lamezia Terme. Il progetto, lanciato con grande enfasi è stato finanziato dalla provincia e i lavori iniziati nel lontano 1995 non sono stati ancora conclusi. Una vicenda, questa, che dimostra come in questi anni di amministrazione del centrodestra alla provincia si sia scelto, nel silenzio totale degli eletti lametini in questo ente, di mortificare il territorio lametino. Non è un caso che mentre l’impianto di località "stretto" non è stato ancora consegnato alla fruizione della collettività, altre opere, progettate e appaltate molti anni dopo, per altri territori, sono state ultimate. Ora, con la risposta, non solo non viene data una motivazione, come chiesto nell’interrogazione, sui tempi lunghi (circa 10 anni) che hanno interessato l’opera ma, apprendiamo che per la gestione della stessa l'Amministrazione Provinciale nel 1998 con una apposita convenzione (SAREBBE INTERESSANTE CONOSCERLA) ha concesso in uso l'impianto alla U.S. Catanzaro e, cosa più grave, vi sarà, per il completamento dell’impianto un aggravio di spesa dovuto ai danni provocati a causa della mancata vigilanza e manutenzione della struttura. Una vicenda, questa dell’impianto di località "stretto", che dimostra qual è stata l’attenzione prestata dal centrodestra, anche quello lametino, al nostro territorio e alle opere di interesse pubblico.

 

Si allega il testo della risposta all’interrogazione

 

Al Presidente del Consiglio Sede

OGGETTO:impianto sportivo polifunzionale in località "Stretto" del Comune di Lamezia Terme. Risposta all'interrogazione del Capogruppo del Partito di Rifondazione Comunista della provincia di Catanzaro.

i lavori relativi al 1° e 2° lotto dell'impianto sportivo polifunzionale in località "Stretto" del Comune di Lamezia Terme, oggetto di un unico appalto, sono stati ultimati in data 26 febbraio 1996.

In particolare sono stati realizzati una tribuna in cemento armato (tribuna ovest) con sottostanti spogliatoi e servizi per gli atleti, servizi igienici per il pubblico, parte delle gradinate di curva costruite in calcestruzzo, il campo di calcio completo di manto erboso e di impianto di irrigazione, la pista di atletica ad 8 corsie in idoneo materiate omologato, la recinzione dei corpi di fabbrica, la parziale sistemazione dell'area esterna di pertinenza adibita a parcheggi e viabilità, tutti i necessari impianti idrici, elettrici e termici, il costo dei lavori è stato di € 1.655.625,19 ( £ 3.205.737.395 ) oltre spese accessorie ( espropri, I.V.A., progettazione ecc.}.

Al termine dei lavori sopra descritti l'Amministrazione Provinciale con deliberazione n. 832 dei 17/08/1998 ha concesso in uso l'impianto alla U.S. Catanzaro e con apposita convenzione è stato regolamentato tra le parti il rapporto in ordine alla gestione.

Con i lavori del 3° lotto, ultimati in data 29 aprile 2003, sono stati realizzati una tribuna in cemento armato (tribuna est) speculare a quella dei primi due lotti, i sottostanti spogliatoi lasciati al rustico in quanto nell'appalto non erano compresi gli impianti e le finiture, i servizi igienici per il pubblico, il completamento delle gradinate di curva in calcestruzzo già in parte costruite con l'appalto precedente, il completamento dell'area esterna di pertinenza con parcheggi e piantagione di essenze arboree, la predisposizione dell'impianto antincendio, la recinzione dei corpi di fabbrica, gli impianti idrici, elettrici e termici. Il costo dei lavori è stato di € 1.103.200,84 ( £ 2.136.094.690 ) oltre spese accessorie.

Attualmente l'impianto, affinché possano svolgersi manifestazioni dilettantistiche di calcio e di atletica, necessita dei seguenti interventi prioritari.

•il ripristino del manto erboso del campo di calcio;

•il rifacimento della guaina bituminosa sulla copertura degli spogliatoi della tribuna ovest unitamente ad alti lavori connessi e alla revisione degli impianti;

 

•il ripristino di alcuni tratti (25% circa) della pista di atletica deteriorati da infiltrazioni di acqua piovana e radici;

•la realizzazione di una recinzione in rete e ferro alta m.2,00 lungo tutto il perimetro dell'area di pertinenza adibita a parcheggi e viabilità, oltre a due cancelli in ferro ognuno della larghezza di m. 6,00 per il passaggio veicolare e pedonale. Per quanto riguarda i primi due interventi sono state redatte le relative perizie dell'importo rispettivamente di € 51.500,00 e di € 49.600,00 utilizzando per il finanziamento alcune economie sui lavori del terzo lotto, ed attualmente sono in fase di svolgimento le procedure di appalto.

Si evidenzia che entro il termine dei lavori di ripristino del manto erboso, per evitarne il disseccamento, l'Amministrazione Provinciale dovrà definire gli aspetti gestionali dell'impianto in considerazione del fatto che l'U.S. Catanzaro con nota agli atti ha inoltrato da tempo formale disdetta della Convenzione.

Degli altri due citati interventi prioritari sono in fase di redazione i progetti e dovranno essere individuati i fondi di finanziamento.

In particolare la recinzione dell'area di pertinenza è da ritenersi assolutamente urgente sia per evitare che al suo interno continuino ad introdursi persone e mezzi non autorizzati e sia per impedire la trafugazione - più volte avvenuta - delle griglie di pozzetti e caditoie con conseguente stato di pericolo per la percorrenza veicolare e pedonale.

Sono inoltre necessari diversi interventi manutentivi:

• revisione di tutti gli impianti tecnologici ( idrico, fognario, elettrico e di condizionamento)

• spazzolatura e verniciatura antiruggine delle opere in ferro (balaustre, recinzioni e infissi)

• ripresa dello strato di malta copriferro in corrispondenza del calpestio del ballatoio inferiore della tribuna ovest;

• revisione e riparazione di infissi interni ed esterni in alluminio;

• riprese di intonaci interni e tinteggiature;

Infine per il completamento dell'impianto occorre realizzare le seguenti opere.

le gradinate in calcestruzzo della curva nord;

gli spogliatoi sotto la tribuna est con servizi e locali annessi;

il completamento dell'impianto antincendio comprendente l'ampliamento di un locale per l'installazione del gruppo elettrogeno;

la cabina elettrica e quanto altro connesso;

la costruzione di una tribuna stampa;

quanto altro necessario affinché possa essere omologato e risulti quindi conforme ai regolamenti delle federazioni sportive (FIGC per il calcio, FIDAL per l'atletica). Si fa presente che solo se omologato l'impianto può essere utilizzato per manifestazioni sportive a livello nazionale. L'importo presuntivo dei lavori di completamento è di € 1.500.000,00

Il Responsabile Tecnico del Patrimonio

Arch. M. Cantafio

 

Il Dirigente

Arch. A. Gigliotti