Calabria ora 9 novembre 2006

L'INTERVENTO

Il Prc critica Roperto mentrel’Udc parla di realtà distorta

Come era logico prevedere, l'inchiesta delle "Iene''' sull'emergenza criminalità a Lamezia sta provocando una serie di reazioni politiche.

Il segretario cittadino di Rifondazione comunista, Luciano Rimini, afferma testualmente che: «rispetto alle dichiarazioni dell'assessore Roperto siamo molto critici. A Lamezia – aggiunge chi ha responsabilità pubbliche non può fare distinguo rispetto al fenomeno della criminalità organizzata. Non c'è bisogno né di filosofia, né di sottigliezze e quindi sta al sindaco decidere su questa vicenda».

Tradotto dal politichese il Prc chiede, in sostanza, la destituzione dall'incarico all'interno della Giunta comunale dell'assessore Roperto ed invita Speranza ad attivarsi in tal senso.

Critico sul programma di Italia 1 il presidente - provinciale dell'Udc, Salvatore De Biase secondo il quale «a questo martoriato territorio, non bastava la presenza dell'organizzazione malavitosa, doveva aggiungersi una rappresentazione di una sorta di "città allo sbando", offrendo all'intera nazione l'immagine di una specie di Kabul calabrese».

Per l'esponente dell'Udc la_"iena" Sortino ha raccontato una realtà completamente distorta che avrà effetti deleteri per la nostra città.

«Chi volete - si chiede De Biase - che investa su questo territorio, con un'immagine così massacrante, soffocante e allargata su tutta la realtà lametina?».

Infine, per il presidente provinciale dell’Udc, «non possiamo far passare l'idea che Lamezia è solo quella descritta dalle "Iene". Lamezia, invece, e quella scesa nelle piazze a protestare. Di questo si deve parlare di più».

g-P-